Biochar Latium

Valorizzazione del biochar prodotto dal recupero di materiali legnosi di scarto derivanti da filiere del Lazio

UNITUS DIBAF

Dipartimento per la Innovazione nei sistemi Biologici Agroalimentari e Forestali (DIBAF), dell’Università degli Studi della Tuscia, è un Dipartimento di Eccellenza (L. 232, 11 dicembre 2016) che unisce le competenze di vari laboratori specialistici e rappresenta un nodo di ricerca e di didattica multidisciplinare …

L’IRET svolge attività di ricerca di base e applicata sullo studio di struttura, funzionamento e produttività degli ecosistemi terrestri, delle componenti biotiche ed abiotiche e loro interazioni, con specifico focus sui cambiamenti globali e la pressione antropica.

Descrizione del progetto

Biochar Latium, “Valorizzazione del biochar prodotto dal recupero di materiali di legnosi di scarto derivanti da filiere del Lazio“, è un progetto coordinato da Università della Tuscia e dal CNR. E’ stato finanziato dal bando “Progetti di Gruppi di Ricerca 2020” su fondi POR-FESR della Regione Lazio.

5/5
La prof.ssa Sara Marinari nel 1994 ha conseguito la laurea in Scienze Agrarie con voti 110/110 e lode dopo aver svolto una tesi sperimentale presso l’università di Londra (UK).
5/5
Isabel Nogués è Primo Ricercatore presso l’IRET del CNR. Ha conseguito la laurea e il dottorato di ricerca in Biochimica presso l’Università di Saragozza, Spagna.
5/5
Massimo Zacchini, primo ricercatore presso IRET- CNR, laurea in Scienze Agrarie (UniPisa), dottore di ricerca c/o SSSUP-Scuola S.Anna (PISA), Professore a contratto di Fisiologia Vegetale c/o Uni Sapienza

Scopri le realtà aziendali che supportano il progetto

.

2

Partner

5

Aziende coinvolte

15000-30000 ton

Biomassa recuperata

2000 kg

Biochar prodotto

2000 mq

Terreno recuperato

34000 kWh

Energia elettrica prodotta